questione migranti

"Tutti abbiamo due patrie, una quella naturale, l'altra quella giuridica; così noi consideriamo patria sia quella in cui siamo nati, sia quella da cui fummo accolti” Cicerone, De Legibus, libro 2 , par.5

Scarica qui il dossier!

“L’immigrazione c’è da quando è nato il mondo, ma le migrazioni attuali non sono frutto di una libera scelta ma obbligate da diversi motivi. A cominciare dalla crisi climatica e ambientale di cui siamo i diretti responsabili” ha commentato il Presidente dell’Ucoii Izzeddin Elzir.

"Crisi ambientale e crisi sociale sono interconnesse"

Migranti: usciamo dall’incertezza

di VITTORIO COGLIATI DEZZA

Da cosa fuggono oggi i migranti? Non è una domanda retorica! Se andiamo a vedere i numeri ufficiali dei flussi migratori salta agli occhi una grande incertezza. Secondo l’iDMC (internal Displacement Monitoring Center) nel solo 2015 gli sfollati interni forzati sono stati 27.8 milioni, di cui 8.6 milioni provocati da conflitti e violenze, 19.2 milioni provocati da disastri ambientali improvvisi e violenti. In questa quota rientrano anche, tra le cause, terremoti ed eruzioni vulcaniche che pesano per l’1%, il resto sono inondazioni e tempeste. A questi andrebbero aggiunti tutti coloro che scelgono di andarsene dal proprio territorio perchè le condizioni di sopravvivenza si sono esaurite per siccità, desertificazione, innalzamento del livello dei mari: fuggono da trasformazioni lente e progressive, comunque inarrestabili. CONTINUA A LEGGERE

Immigrazione: è ora di scelte ragionevoli e lungimiranti per evitare la produzione di clandestinità, emarginazione e xenofobia.

Le migrazioni sono uno degli strumenti che hanno le persone per correggere gli squilibri economici e demografici e per cercare una vita degna per sé e per i propri figli. L’Italia è, da tempo, un Paese di immigrazione e lo sarà per decine di anni. Noi vorremmo che nessuno fosse costretto a migrare, e chi è costretto non dovesse rischiare la vita per sperare in una migliore. Ma le migrazioni continueranno perché continuano
ad esistere le cause che le generano. CONTINUA A LEGGERE

Osservatorio migranti - Ivrea