c'era una volta un lago

Il comune di Ivrea dispone di una grande area verde addossata alla città antica, si colloca in una posizione strategicamente favorevole in quanto è a stretto contatto con il centro storico a Sud e con il parco dei 5 laghi a Nord. Lo specchio di acqua che riaffiora nella parte sterrata in prossimità del parcheggio -piazzale del mercato- e il supermercato Lidl, è quanto rimane del vecchio lago di Città. L’area rientra nel margine sud del Sito di Importanza Comunitaria (SIC) “Laghi di Ivrea”, ha una estensione di circa 18.000 mq e rappresenta un sito assolutamente naturale in tutti i sui aspetti.

Recentemente è stata bonificata e spianata la parte antecedente alla palude creando un vasto prato, tutta l'area è stata quindi recintata e chiusa al pubblico. Per il grande interesse geologico e naturale ed essendo uno spazio verde nel cuore della città,  l'Amministrazione Comunale ha accolto delle proposte per la sua valorizzazione e fruibilità da parte dei cittadini.

come abbiamo iniziato ?

 

Con l'inizio del 2018 è stato avviato un progetto in accordo con il Comune di Ivrea, il Circolo Legambiente Dora Baltea  e la vicina scuola dell'infanzia Sant'Antonio di Ivrea con l'intenzione di aprire in futuro anche ad altri istituti scolastici. L'obiettivo è di realizzare un parco tematico per le scuole con un percorso naturalistico che attraversi la palude.

entra

20180220_104937.jpg

conoscere e scoprire

 

In continuità con le attività svolte con la Scuola dell’Infanzia SantAntonio, sono state previste azioni volte a coinvolgere le scuole di Ivrea nella fruizione dell’area, un ambiente ottimale per sviluppare con gli alunni iniziative di educazione ambientale, ma anche una opportunità per far scoprire ai cittadini un angolo verde in città.

entra

10.jpg

incontri nell'orto

Ti stai chiedendo cosa sia il Parco del Lago di Città? Sai che cosa è l'orto della Palude?
Si tratta di un luogo di incontro nato nel cuore d'Ivrea, dove ognuno può dare il proprio contributo, aiutando a mantenere pulita l'area e coltivando un orto condiviso

entra

bruco orto.jpg